Aspettando ALMA Link. Dove sono i diplomati di ALMA? Mariani corona il sogno di aprire una piccola osteria

Classe 1978, umbro, Francesco Mariani in ALMA ha frequentato la V edizione del Corso Superiore di Cucina Italiana: una scelta maturata dopo aver conseguito una Laurea in Filosofia all’Università degli Studi di Perugia e dopo una serie di esperienze nell’ambito della ristorazione, vissute tra Londra (“Da Vinci Restaurant” e “Strada Panton Restaurant”) e l’Umbria.

A spingere Mariani a iscriversi alla Scuola è stato l’interesse per il mondo della cucina, insieme con la volontà di migliorarsi frequentando un ambiente formativo stimolante. «Avevo 25 anni quando ho iniziato a frequentare il Corso Superiore di Cucina Italiana - spiega Francesco. - L’età giusta per scegliere in modo consapevole il proprio percorso di vita: sarò sempre grato ad ALMA perché ha saputo valorizzarmi, facendomi fare un deciso salto di qualità in pochi mesi».

«Nella Scuola - continua Mariani - ho imparato a dedicare attenzione alle tecniche di preparazione dei piatti e a selezionare con cura le materie prime, da cui dipende la bontà del risultato finale. E ho potuto confrontarmi con personalità forti e capaci di trasmettere emozioni, con i loro insegnamenti: parlo, ad esempio, di Marco Soldati e Pierluigi Gorgoni, docenti con cui nel tempo ho sviluppato un rapporto di profonda amicizia».

Diplomatosi nel dicembre 2006, per un anno Francesco Mariani lavora al Ristorante “La Bastiglia” di Spello (PG), sotto la guida dello chef Marco Gubbiotti: è la stessa struttura dove ha svolto il periodo di stage. Poi, nel 2007, Francesco decide che è venuta l’ora di spiccare il volo: insieme con l’amico Andrea Mattioli, trasforma un casale umbro, a Montefalco, in un’azienda agricola, dedicandosi alla produzione di vino, seguita in tutti i suoi aspetti, dalla potatura alla vinificazione, passando per la vendemmia. La passione per il vino si sposa con quella culinaria: il sogno è quello di aprire all’interno dell’azienda una piccola osteria, che proponga una cucina fortemente legata alla tradizione regionale umbra (ecco quindi la proposta di piatti come brasati, arrosti e di preparazioni in salmì), rivista in chiave moderna, puntando sulla leggerezza. Questo sogno diventa realtà nel 2011, con l’apertura dell’Osteria Raina (www.raina.it).

In caricamento...