“I Pani d’Italia”, la nuova guida dell’Espresso realizzata in collaborazione con ALMA

Il pane, da solo o insieme ad altri cibi nobili, è da sempre al centro della nostra vita gastronomica. Alimento tra i più antichi, che ha conosciuto declinazioni e adattamenti nel tempo e nello spazio (e persino religiosi e spirituali), nella sua lunga storia è stato realizzato con il grano, il mais, il riso, i legumi, i tuberi…

Oggi il pane oggi sta conoscendo una stagione di grande trasformazione e rinnovamento, i cui protagonisti sono ora giovani panificatori appena trentenni con nuove idee e visioni, che stanno tracciando un importante solco di continuità tra passato, presente e futuro.

Nel volume “I Pani d’Italia”, il quinto della collana de Le Guide Gastronomiche de L’Espresso e Il Gusto, i protagonisti sono proprio il pane, la sua l’origine e le sue declinazioni, e coloro che lo vivono, chi innovando, chi conservando tradizioni antiche.

Fra tutti coloro che hanno apportato un contributo alla realizzazione del progetto, con storie di vita vissuta, ricette o segreti del mestiere, c’è anche ALMA, che ha fornito consulenza e supporto per la realizzazione di alcuni passi particolarmente tecnici e specifici e il materiale iconografico che accompagna testi e approfondimenti all’interno di questa sorta di atlante dei pani italiani.

La guida è organizzata in due parti.

Nella prima si da ampio spazio a tutto ciò che connota il pane e la sua lavorazione: il laboratorio di panificazione, i suoi strumenti, le tecniche e i segreti del mastro panificatore, focus sui lieviti, sulle farine e uno sulle cotture.

Nella seconda parte del volume, i grandi maestri della panificazione italiana, regione per regione, illustrano i pani della tradizione, oltre cento prodotti DOP, IGP e PAT, la loro storia, le tecniche produttive e gli ingredienti.
I Maestri d’Arte e di Mestiere Franco Pepe, Davide Longoni, Ezio Marinato, Eugenio Pol, insieme a Vincenzo Tiri, Gabriele Bonci, Niko Romito e altri grandi artigiani, si fanno portavoce della propria terra fra storia e cultura dell’arte bianca, insieme ad altri chef e panificatori. Infine loro, i fornai, oltre 300, recensiti e raccontati per creare un filo diretto tra il lettore e il prodotto.

Molti preziosi approfondimenti arricchiscono l’opera, dal pane selvaggio, ai forni sociali, dal movimento dei giovani PAU – Panificatori Agricoli Urbani, alle tre religioni monoteiste del Mediterraneo e al loro modo di intendere questo iconico elemento

Newsletter

Vuoi ricevere gli aggiornamenti più importanti?

Iscriviti alla newsletter.

Altre news

Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Leggendo la nostra cookie policy, direttamente all’interno del browser che normalmente usi puoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie impedendo ad esempio che terze parti possano installarne sul tuo PC. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni puoi sempre rileggere in calce l’informativa cookie. Proseguendo con la navigazione dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto.