“Fuori stagione” della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo: protagonista ALMA in Etiopia

 

La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo non conosce confini e oggi supera anche quelli temporali. Se infatti questa manifestazione di respiro internazionale si colloca abitualmente nel mese di novembre, lo “spin off” che ha coinvolto il paese dell’Etiopia si è svolto proprio in questi ultimi giorni di febbraio.

La causa di questa riprogrammazione è da una parte l’emergenza legata al Covid-19, dall’altra l’insorgere di alcuni disordini interni, entrambe ragioni che hanno forzatamente costretto il paese africano a rinunciare, ma solo momentaneamente, al progetto.

Non appena la situazione lo ha permesso, infatti, l’Ambasciatore Italiano ad Addis Abeba Agostino Palese ha ripreso in mano le fila del discorso, vista l’importanza che la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo riveste per la promozione e la valorizzazione delle nostre eccellenze italiane e il valore didattico e di interscambio culturale che questo evento rappresenta per l’Etiopia e, in generale, per tutti i paesi che vengono coinvolti.

Si è andata così strutturando una settimana ricca di eventi gastronomici, culturali e sociali, grazie anche all’importante sinergia tra l’ambasciata, nella persona di Salvatore Scala, Head of the Office of the Ambassador e ALMA, che ha preso parte all’iniziativa coinvolgendo gli Chef Ambassador Paco Zanobini (che è anche autore della gallery fotografica in questa pagina), Alessandra Rubini e Alisson Kuhn.

Tra gli eventi più interessanti c’è senza dubbio la lezione presso il centro di accoglienza “Bosco children”, un’associazione la cui mission è il recupero dei ragazzi di strada e l’aiuto alle ragazze madri. L’intero compound è suddiviso in edifici dove i ragazzi hanno la possibilità di apprendere mestieri diversi (meccanica, sartoria, agricoltura e cucina). Nell’edificio dedicato a quest’ultima arte, i nostri chef hanno tenuto un corso a 26 ragazzi e ragazze che, in grembiule ALMA, hanno affrontato il tema dell’importanza dell’igiene in cucina, dell’HACCP e i rischi causati dalla contaminazione crociata. Durante la fase pratica invece, si sono dedicati alla pizza, alla pasta e al suo condimento.

ALMA e alcune tipicità italiane sono state protagoniste inoltre di una trasmissione della rete locale EBS TV, per i quali gli chef hanno realizzato e raccontato piatti come la torta caprese e illustrato le caratteristiche di Parmigiano Reggiano e Pecorino Romano.

Infine il buffet nel centro di accoglienza della comunità locale Woreda 3 e la Cena di Gala presso la residenza dell’ambasciatore, che ha avuto tra gli ospiti ambasciatori, autorità governative etiopi e imprenditori italiani e stranieri.

Newsletter

Vuoi ricevere gli aggiornamenti più importanti?

Iscriviti alla newsletter.

Altre news

Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Leggendo la nostra cookie policy, direttamente all’interno del browser che normalmente usi puoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie impedendo ad esempio che terze parti possano installarne sul tuo PC. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni puoi sempre rileggere in calce l’informativa cookie. Proseguendo con la navigazione dai il consenso all’utilizzo dei cookie, il messaggio sul banner verrà nascosto.